HomeCittàBOSCO MARTESE E DINTORNI ...

BOSCO MARTESE E DINTORNI …

Sia chiaro, non vogliamo entrare dopo 80 anni dai fatti di Bosco Martese, in un inutile e sterile poemica, parimenti dopo questo tempo crediamo sia ora di lasciare tutti i morti “partigiani”, tedeschi e repubblicano-fascisti riposare nell’etrno sonno. Lasciamo a chi ha trasformato un imboscata più o meno riuscita, narrare invece di un racconto storico, una composizione “omerico-poetica”.  

Non saremo noi a disturbare queste manifestazioni di facciata, che fanno sempre meno colore. L’unica riflessione che volevamo porre nelle menti meno ideologizzate, è detreminare il contesto storico-geografico-politico di Teramo e provincia nel periodo richiamato:

1) Teramo dal 23 settembre 1943 diveniva parte della Repubblica Sociale Italiana.

2) La RSI era a tutti gli effetti uno stato indipendente (come riconobbero dopo la guerra, anche delle corti di giustizia), quindi nel pieno delle proprie funzioni giuridiche, amministrative e sociali.

3) La RSI era la leggittima struttura statale che sucecdeva al colpo di stato del 25 luglio 1943, quindi ne era la naturale prosecuzione 

tali verità possono essere tranquillamente riscontrate, e nel momento assunte come storia, chiariscono e denudano molte schiocchezze e menzogne fatte passare dalla vulgata resistenziale in questi 80 anni!

Quindi: 

l’esercito tedesco era alleato e non “invasore” (bella ciao balla ciao, gli ‘invasori rimanevano inglesi, yankee e slavi che aderirono alle bande partigiane),  i militi fascisti erano a tutti gli effetti forze di difesa e polizia dello Stato,  i “partigiani” di qualunque derivazione politica, che parteciparono all’agguato di Bosco Martese erano a tutti gli effetti “banditi e ribelli” che tramavano contro il legittimo governo italiano, quindi le rappresaglie erano legittimate da codici internazionali e le eventuali condanne a morte dal codice militare interno. Parimenti da normative di legge a difesa dello Stato, norme che noi chiamiamo “di anti-terrorismo”. Sappiamo che queste semplici affermazioni faranno “casino” e provocheranno la reazione scomposta di chi ha trasformato una scaramuccia in uno scontro “a campo aperto” (!!!), e cosa più sintomatica in “epopea”  

Noi Siam fatti così, il nostro pensiero va meno “fantasiosamente”, ai militi del Battaglione “IX Settembre” che morirono e difesero Teramo da invasori anglo-americani, banditi italiani e assassini slavi”.

Associazione Culturale Nuove Sintesi

RELATED ARTICLES

1 COMMENT

  1. Ho già posto le domande su Facebook ma nessuno risponde:
    Quanti tedeschi furono uccisi a Bosco Martese?
    Se abitualmente i tedeschi esercitavano rappresaglie a seguito degli attacchi delle formazioni irregolari, quali furono queste rappresaglie a seguito di Bosco Martese?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

spot_img

Most Popular

Recent Comments

Iskander on Storia beffarda
Arjuna on Storia beffarda
Oggeri il Danese on DA TERZA ROMA A SECONDA PECHINO
Claudio Cantelmo on BOSCO MARTESE E DINTORNI …
davidedemario on L’antagonismo di Teheran